Villa Comunale

Ultima modifica 19 dicembre 2019

Ubicata al centro del paese, a ridosso del Palazzo Municipale e vicino alla Chiesa Madre, la Villa Comunale costituisce il “giardino pubblico” di Buseto Palizzolo. Piccola nelle sue dimensioni ma curata nei particolari, si mostra accogliente e viva per la varietà di colori e la rigogliosità della vegetazione. Progettata nel 1974 dall’architetto Sebastiano Maltese e completata nel 1984, è stata nel tempo arricchita da opere e sculture, silenziose ed eleganti, armonicamente integrate con la natura circostante. Sono presenti fiori e piante di varia natura: pini, cedri, cipressi, querce, ficus, salici piangenti, oleandri, fichi d’india, thuye, cespugli di alloro e salvia, piante di falso pepe etc.. Ad alcune di esse sono legate delle storie: un cedro thendara, per es., viene chiamato “albero delle streghe” per la forma dei suoi rami; due cipressi che sembrano abbracciarsi vengono chiamati “innamorati”; i rami del salice piangente, posto in fondo al “viale degli innamorati” rappresentano le l acrime di una donna. Le notizie inserite in questa pagina sono state tratte da uno studio condotto, nell’anno scolastico 1999/2000 dagli alunni della scuola elementare del plesso di Pianoneve, nonché dall’artista locale, Salvatore Galante, autore di molte opere presenti nella villa comunale. Egli si definisce “un libero interprete” di forme naturali.